Pinephone Mobian: installazione e prime configurazioni

Pinephone Mobian: installazione e prime configurazioni

Pinephone Mobian Community Edition con scatola e pianta di cactus

L’edizione Mobian CE di Pinephone ha già un’immagine preinstallata di Mobian. Tuttavia è possibile installare Mobian anche su dispositivi linux-first (Librem e Pinephone di altre edizioni) e su alcuni dispositivi Android elencati in questa lista https://wiki.mobian-project.org/doku.php?id=install-android, per istruzioni dettagliate sull’installazione, si può consultare il seguente link: https://wiki.mobian-project.org/doku.php?id=install-linux

Con Mobian non avrete bisogno di un account email: è sufficiente inserire la password per la crittografia del disco (se il vostro Pinephone viene rubato i vostri dati saranno al sicuro) e un PIN numerico per sbloccare il desktop. Il PIN verrà utilizzato anche come password sudo.

A questo punto la configurazione guidata vi porterà a scegliere la lingua e il fuso orario e vi condurrà alla schermata iniziale.

Da qui la prima cosa da fare sarà aggiornare il sistema all’ultima versione disponibile, giacché il progetto procede spedito verso correzioni di bug e nuove funzionalità e potrebbe differire di molto rispetto all’immagine presente sul vostro dispositivo o a quella appena scaricata. Fra le icone delle applicazioni predefinite cliccate su “Impostazioni > Privacy > Blocco Schermo” e disattivate il blocco automatico dello schermo per evitare di rimanere bloccati in fase di aggiornamento (questo espediente è necessario solo al primo aggiornamento).

Normalmente potete utilizzare l’interfaccia “Software” per gestire gli aggiornamenti: Software si occuperà di scaricare e installare gli aggiornamenti, riavviare e configurare il dispositivo. Tuttavia il primo aggiornamento potrebbe richiedere di scaricare un numero molto alto di pacchetti (anche più di 600) e il rischio di soffocare l’applicazione è molto alto. Quindi per il primo aggiornamento useremo apt tramite terminale.

Aprite il terminale King’s Cross e inviate in successione i seguenti comandi:

sudo apt update
sudo apt dist-upgrade
sudo apt autoremove
sudo reboot

Al primo comando “sudo” va inserito il PIN scelto in fase di configurazione. Questa operazione va eseguita esclusivamente al primo aggiornamento, in particolare va usata molta cautela con i comandi “dist-upgrade” e “autoremove” perché potrebbero danneggiare dipendenze e librerie del sistema operativo. I successivi aggiornamenti possono essere eseguiti in sicurezza tramite Software oppure sempre da terminale con

sudo apt update
sudo apt upgrade
sudo reboot

al termine, potete reimpostare il blocco schermo e iniziare a usare il vostro smartphone Mobian. Alcuni accorgimenti che sono comuni a un po’ tutti gli smartphone o tablet: quando l’aggiornamento richiede di scaricare una quantità importante di dati è sempre bene assicurarsi di avere energia a sufficienza (batteria carica o ancora meglio collegata a una presa di corrente) e una connessione internet stabile, quindi meglio una rete domestica rispetto a una rete dati mobile.

Pinephone CE per Mobian, come detto in precedenza, è stato venduto con Bullseye pre-installato. Bullseye è stato da poco rilasciato come versione stabile per i PC, ma la community di Mobian vuole guardare più avanti e per questo i futuri sviluppi e aggiornamenti sul progetto non seguiranno la versione stabile di debian, e utilizzeranno la versione Bookworm.

Nel prossimo articolo andremo a esaminare questo ulteriore upgrade necessario per chi si fosse convinto a installare Mobian sul proprio dispositivo. Nei successivi entreremo nel dettaglio delle applicazioni, con alcuni trucchi ed espedienti per rendere funzionali anche quelle applicazioni che sono ancora in fase di sviluppo.

Aggiungi un commento

Solo a uso interno: questo campo non verrà mostrato.

HTML ristretto

  • Elementi HTML permessi: <a href hreflang> <em> <strong> <cite> <blockquote cite> <code> <ul type> <ol start type> <li> <dl> <dt> <dd> <h2 id> <h3 id> <h4 id> <h5 id> <h6 id>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.
Dichiaro di aver preso visione dellaPrivacy Policy del sito e acconsento alle finalità ivi espresse.